Masi Special 1962 Squadra Corse Ignis

3.000,00

MARCA: MASI

MODELLO: SPECIAL SQUADRA CORSE IGNIS

ANNO DI PRODUZIONE: 1962

MISURE: 54 cm verticale x 55 cm orizzontale

CONDIZIONI: restaurata

1 disponibili

Descrizione

Vedilo in: enEnglish

DESCRIZIONE: Faliero Masi (Sesto Fiorentino 1908- Milano 2000) impara a costruire bici da corsa su misura come apprendista presso il laboratorio artigianale “Compostrini” di Sesto Fiorentino. Ha un passato da corridore, partecipa anche ai Giri d’Italia del 1931 e 1932. Apre poi una bottega in proprio a Sesto Fiorentino nel 1949. Viene chiamato a Milano dalla Viscontea, di cui diventa il responsabile del Reparto corse. Nel 1952 sposta la sua attività per la produzione di bici a Milano, quasi subito all’interno del Velodromo Vigorelli. Negli anni ’50 è primo meccanico della squadra Nivea-Fuchs guidata da F. Magni; secondo meccanico è E. Colnago. Viene chiamato “il sarto”, per la capacità di realizzare telai su misura. Nel 1972 Faliero vende il marchio Masi ad un consorzio in California (per produrre un modello Gran Criterium per gli Stati Uniti). L’intenzione di Faliero era di trasferirsi a lavorare negli Usa, ma alcuni disaccordi e l’insoddisfazione per lo stile di vita americano lo riportano in Italia. La Masi americana ha sede in California, originariamente a Carlsbad (affidata a Mario Confente), poi a Rancho Santa Fe, poi a San Marcos. A Milano l’attività è invece proseguita dal figlio Alberto. Le Masi sono tra le biciclette più ricercate dai collezionisti di tutto il mondo. Molte biciclette di corridori e campioni sono state realizzate da Masi, anche se le etichette poi applicate sui telai erano quelle dei marchi  che sponsorizzavano la squadra. Hanno corso con telai Masi F. Coppi, F. Magni, L. Bobet, M. Poblet, R. Rivière, Antonio Maspes (di cui Faliero è stato il meccanico di fiducia), R. Van Looy, G. Nencini, J. Anquetil (che su Masi al Vigorelli nel 1959 stabilisce il Record dell’ora con una sua bici), V. Adorni e Eddy Merckx.

Questa bici è stata ritrovata negli scantinati dello stabilimento IGNIS (ora Whirlpool) di Comerio.Al momento del ritrovamento versava in condizioni disastrose: era stata verniciata a pennello di verde, e montata con un manubrio da passeggio, molto probabilmente per essere usata all’interno dell’azienda. Fortunatamente la bici era integra e completa di tutti i suoi pezzi. Immediatamente è stata identificata come una MASI SPECIAL ma, grattando la nuova vernice la sorpresa: è apparso il colore originale, giallo, e tracce delle decals, IGNIS. La cosa ancora più interessante è che la bici porta il numero di telaio 002 così come le pedivelle e l’asse del movimento centrale punzonate con lo stesso numero. A quel punto non ci sono stati più dubbi, la bici era una MASI SPECIAL realizzata da Faliero Masi per la squadra corse IGNIS/ FIDES del 1962. Approfondendo le ricerche, e verificando misure e componenti di quella squadra è possibile attribuire la bici ad uno tra Antonio Maspes e Hugo Poblet ma, ovviamentie, la ricerca continua.

La bici è stata quindi restaurata prendendo a campione per il colore e le decals quella di Ercole Baldini presente nella sua collezione privata, che gentilmente ce l’ha mostrata. E’ montata esattamente come la sua, con gruppo Campagnolo Record (guarnitura 151mm e deragliatore prima serie). Freni Universal 61, manubrio e attacco manubrio Ambrosio Champion, cerchi Nisi Toro, sella Brooks.

Bici unica e dall’importante valore storico.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Masi Special 1962 Squadra Corse Ignis”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *